CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il Museo del Cavallo Giocattolo spegne 15 candeline

Oggi, 14 aprile, Il Museo del Cavallo Giocattolo festeggia il quindicesimo anniversario dalla sua creazione. Era infatti il 14 aprile 2000 quando, in occasione del suo ottantesimo compleanno, il Cavaliere del Lavoro Pietro Catelli inaugurava la “Scuderia dei sogni”, un Museo di cavalli giocattolo, una collezione unica al mondo, per insegnare ai bambini come liberare la fantasia e creare con l’immaginazione.

cavallo
“Ho sempre pensato che nella vita bisogna lasciare un segno”, disse il Cavalier Catelli durante la cerimonia di inaugurazione. “Il Museo del Cavallo Giocattolo è la mia testimonianza: ho voluto dare vita ad una scuderia di sogni per il bambino che vive in ognuno di noi”.
Ed in questi quindici anni di attività il Museo ha tenuto fede alla sua missione: prolungare e far rivivere l’incanto dell’infanzia attraverso una collezione che conta oramai più di 650 cavalli giocattolo realizzati dal Settecento fino ad oggi, provenienti da tutto il mondo. Un Museo in cui i visitatori partecipano ad accrescere la collezione donando in prima persona i balocchi della propria infanzia e i ricordi ad essi legati, che sono il vero patrimonio del Museo, contribuendo così, con il loro dono, ad alimentare una magia che affascina da 15 anni.
Molte sono le persone che hanno deciso di consegnare i loro giocattoli al Museo perché li conservasse con cura. Il nucleo originario della raccolta si è andato via via arricchendo grazie alle frequenti donazioni che la Scuderia dei Sogni ha infatti ricevuto: dal primo Evangelina, un dondolo donato da una bambina greca, proprio nell’anno di nascita del Museo, per ringraziare l’ideatore, il Cavalier Pietro Catelli, di quello che era diventato ormai il suo inseparabile amico di avventure. C’è poi Roberto, creato nel 2002 per il Pinocchio firmato da Roberto Benigni, che con i suoi cinque metri di altezza e sette metri di larghezza è il dondolo più grande d’Europa e sembra un gigante in confronto ai destrieri della serie dei soldatini a cavallo, alti poco meno di 4 centimetri e i più piccoli della Scuderia. Anche in occasione del 15esimo Anniversario, il programma dei momenti ludico-didattici pensati dal Museo si arricchisce di appuntamenti sempre nuovi per continuare a sostenere l’avventura del crescere, con attività rivolte alle famiglie, alle Scuole dell’Infanzia e alla Scuola Primaria.

cavalli
Sono circa 9.000 le ore di attività realizzate in questi 15 anni, pari a 1.125 giorni: su 15 anni di vita del Museo, più di 3 anni sono trascorsi effettuando laboratori per stimolare la fantasia dei bambini e avvicinarli al bello e alla cultura d’impresa in modo semplice e giocoso.
Le celebrazioni per il 15esimo Anniversario sono previste per le giornate di sabato 18 e domenica 19 aprile. In programma diverse attività tra cui due appuntamenti speciali: – Sabato 18 aprile ci sarà il censimento dei cavalli giocattolo: ogni bambino è invitato a portare il proprio cavallo per registrarlo nell’Anagrafe dei Cavalli Giocattolo e ricevere così la carta di identità del giocattolo rilasciata dal Museo – Domenica 19 aprile il giardino del Museo sarà animato dallo spettacolo equestre HISTORIAE DI GNOMI E DI CAVALLI. Cavalieri in sella al proprio destriero riporteranno in vita la magia del passato, in un crescendo di emozioni che lascerà tutti col fiato sospeso.

Per info:

www.museodelcavallogiocattolo.it

infomuseo@artsana.com

tel. 031 382038

Ivana Rusconi

Qui di seguito il corto realizzato dal Museo del Cavallo Giocattolo.

[su_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=bI-rn8iCIIo”]